venerdì 15 settembre 2017

Alcune considerazioni sulla prima partita di calcio professionistico di massima serie diretta da una donna

Sabato scorso nel campionato di calcio maschile di massima serie, la Bundesliga, una partita e per la precisione Hertha Berlino vs Werder Brema è stata diretta da una donna. L' arbitro era donna. Ed è la prma volta in uno dei massimi campionati a livello europeo! La signora Bibiana Steinhaus ha diretto facendosi rispettare tant'è vero che ha ammonito solo un giocatore.






Ci sono dei dati di fatto che ho raccolto dai resoconti della partita. Pensate che per i mass media italiani è una cosa straordinaria che una donna abbia arbitrato una partita di serie a. Forse i nostri mezzi di informazione sono rimasti a prima del suffragio universale? E poi ci lamentiamo che in Arabia Saudita le donne possono a malapena guidare.
Tornando alle cose serie, durante la partita la Steinhaus non ha fischiato:
1- i falli di mano
2- i falli laterali
3- soprattutto i falli da dietro
Se non avete capito sono problemi vostri.

E ora la battuta più sessista di tutte, per cui se sei Laura Boldrini non leggerla:
ma in questo caso si dice "arbitro donna" oppure "arbitra-arbitressa"?


venerdì 9 giugno 2017

La fede

Avete visto e/o sentito tutti quello che è successo a Torino sabato scorso. Millecinquecento persone ferite a seguito della ressa scatenata da un allarme bomba, un falso allarme che a quanto pare, è stato lanciato da un cretino. Fin qui nulla di strano, visti i tempi che corrono. Ci poteva scappare il morto, si dice in certe circostanze. Come mai tutta quella gente era accalcata in piazza? Per vedere la finale di champions league da un maxischermo. Finale che la juventus ha perso rovinosamente, quattro pere! Era proprio la partita tra le due squadre più simpatiche del mondo...
In piazza c'erano decine di migliaia di persone e tra queste anche due miei compaesani. Si sono fatti cinquecento kilometri per andare a vedere la juve perdere e si sono anche fatti male. Il giorno dopo mia zia mi ha chiesto "perché Giovanni e Marco sono partiti per andare fino a Torino quando la partita se la potevano vedere tranquillamente qui?". Io ci ho pensato un po' per trovare una risposta logica e l'unica che mi è venuta in mente è "perché sono malati, il calcio è una fede, come i fedeli che vanno a fare i pellegrinaggi, per esempio l' hajj dei musulmani dove ogni anno muoiono decine di persone." Vuoi provare a dire a un cristiano che parte per Medjugorie (per andare dove quattro persone dicono di vedere nientemeno che mariamadredidio!) che sta facendo una fesseria? Io direi di no. Lo stesso vale per i tifosi. Pasolini diceva che il calcio è l'ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. Oggi di sacro ci sono rimasti i riti perché il calcio è solo business. Come c'erano migliaia di persone da tutta Italia a Torino, ce ne sono state tante andate direttamente a Cardiff e senza biglietto! Tifosi di ambedue le squadre.  Io so che mio padre se ne avesse la possibilità partirebbe a vedere il milan pure se giocasse nel campionato dilettanti. I tifosi veri sono così, come i pellegrini. Hanno la fede e non si discute. I pellegrini credono alle apparizioni anche se non hanno mai visto un fico secco, il tifoso se gli dici che quello era calcio di rigore ti risponde che è simulazione.  Io trovo assurdo che tanta gente parta per andare a vedere una partita che non vedrà allo stadio esattamente come trovo assurdo che c'è chi vada a Fatima, a La Mecca, ecc... ma io non ho fede e non li posso capire.


lunedì 22 maggio 2017

Il contrasto

Vedere Trump al Muro del Pianto è come vedere Hannibal Lecter in un ristorante vegano.


sabato 6 maggio 2017

Il concetto di libertà preso un po' troppo alla lettera.

A Roma tante cose non funzionano. Per esempio c'è molta immondizia in giro, una roba che al confronto Scampia sembra Stoccolma. Voi cosa ci fareste in mezzo all' immondizia? Probabilmente niente perché ne stareste alla larga (mi auguro!) Eppure c'è chi ha pensato di farsi una scopata a Piazza Indipendenza, proprio su un marciapiede invaso dai rifiuti e in pieno giorno. Tra l'altro pare che non sia la prima volta. Volevo dire non la "prima volta" in quel senso, pare che questo non sia il primo caso. La rivoluzione a cinque stelle ha riacceso i bollenti spiriti?4
Pescara invece una coppia è stata sorpresa a fare sesso in un posto riservato e tranquillo... alla stazione! Si trovavano nei pressi dei binari anche loro in pieno giorno. A loro non è andata bene come ai piccioncini romani. 6600 euro di multa. Una sanzione del genere non la danno neanche agli evasori fiscali... In Italia i reati contro il patrimonio non li paga nessuno ma quelli contro la morale guai a farli (purché non abbiano la tonaca, of course!) Ma che gli prende a 'sta gente che non può resistere?


domenica 26 marzo 2017

Stati Uniti d' Europa?

In questi giorni si è parlato molto di un' Europa a due velocità. Si è parlato anche e soprattutto dell' Europa unita, quella sognata da Altiero Spinelli e Umberto Terracini gli autori del manifesto di Ventotene come si dice oggi i "padri fondatori" dell' unione stessa. Loro sognavano un' Europa con un unico governo e un unico parlamento che viaggiasse compatta affrontando le sfide dei tempi moderni, un' Europa che potesse veramente essere l' ago della bilancia tra USA e URSS. Oggi sono cambiate molte cose, per esempio l' URSS non c'è più. L' Europa ha una moneta unica, ha un parlamento ma non un governo unico. Sono passati sessant' anni dai trattati di Roma quando nacque la comunità economica europea, se non sbaglio composta da cinque stati. Sono passati venticinque anni dai trattati di Maastricht quando nacque l' Unione Europea, quell' unione che oggi conta ventisette stati membri. La moneta unica è entrata in vigore per la prima volta quindici anni fa. C'è un parlamento che legifera e che è al dì sopra dei governi nazionali. Il parlamento europeo, di fatto, impone agli stati membri alcune "direttive". Impone il pareggio di bilancio nella costituzione, impone le quote latte (una assurdità colossale) che costringono tanti allevatori sul lastrico. Qualche anno fa era stato bloccato persino il commercio della nutella: chi ci ha capito qualcosa alzi la mano. Di solito prima si fanno gli stati e poi si fa una moneta. Negli Usa non è che c'era il dollaro prima della nascita della nazione. Qui si è fatto il contrario intanto facciamo l' euro poi si vedrà...
L' Europa può davvero sperare di avere un unico governo con una capitale abolendo gli stati sovrani? Ci sono molte differenze tra questi stati. Immaginate la Spagna e la Polonia: cosa hanno in comune, cos'è che potrebbe ragionevolmente portarle a stare sotto un' unica bandiera? Negli stati uniti ci sono delle differenze, questo è chiaro... però parlano tutti l' inglese e lo parlavano da prima della rivoluzione. Qui quale dovrebbe essere la lingua? L' Inglese dopo che la Gran Bretagna è uscita? Sicuramente no. Il francese? Lo spagnolo? Il tedesco? California e Oregon hanno molte più cose in comune rispetto a quante ne abbiano Danimarca e Slovenia. L' Europa ha la storia quella manca agli americani. Secoli di storia. Oggi in Europa vivono i discendenti dell' impero romano, della civiltà ellenica, dei popoli celti, dei barbari. Tutti insieme appassionatamente. E dovremo fare finta di niente? Avete visto tutti quanto è difficile trovare punti d' incontro tra due o tre stati, quando si tratta di ventisette galli nel pollaio però è un' altra storia. Ho sentito il pare di Gramellini che sostiene ci sia bisogno degli Stati Uniti d' Europa. Lui dice che non ci sentiamo europei. Dice che quando un giapponese viene a Francoforte è la stessa cosa, per lui, se atterrasse a Roma perché loro ci vedono tutti come europei. Io non mi sono mai sentito europeo. Non sento quest' appartenenza. Sono d' accordo sul fatto che il nazionalismo sia un pericolo. Questo la storia ce lo insegna. Il nazionalismo porta all' odio e l' odio alla guerra.
In tanti dicono che da quando l' Europa è unita non ci sono più guerre. è vero solo in parte. Basti pensare alle guerre interne (che non sono più carine di quelle tra stati), alla nascita del terrorismo interno che prima non esisteva. Irlanda, Spagna, Italia giusto per fare qualche esempio.
Oggi le guerre si combattono molto di più nelle "borse" delle varie piazze d'affari che non sparirebbero, questo è sicuro, sotto un unico eventuale governo. Sapete cosa mi fa paura? Essere controllato da un unico governo che non puoi neanche respirare se no ti fa una multa.
è tutta sbagliata la strada verso un' Europa veramente unita. I governi nazionali hanno già un raggio d' azione limitato e quante volte abbiamo sentito la frase "ce lo chiede l' Europa" per giustificare decisioni del tutto scellerate? Se l' Europa deve essere questa poi non lamentatevi che vince Le Pen....
E voi che ne pensate? Vi sentite veramente europei? Credete che debba nascere un unico governo per tutti i paesi sotto un' unica confederazione?